Monte Disgrazia m 3678 – giro dei Corni Bruciati – 20/21 luglio 2019

Monte Disgrazia m 3000 o alternativa il giro dei Corni Bruciati.

Entrambi i percorsi sono considerati alpinistici, quindi si chiede ai partecipanti una buona preparazione e allenamento.

Il monte Disgrazia è una montagna delle alpi Retiche occidentali alta m 3678. Situata nelle provincia di Sondrio, è una delle vette principali della Valtellina centrale. Costituisce lo spartiacque tra la Valmalenco e la Val Masino, ed è adiacente ad altri importanti massicci, primo tra tutti quello del Bernina. Il Disgrazia appare decisamente imponente grazie alla sua notevole altitudine e alla copertura glaciale rispetto alle cime circostanti.

Il giro dei Corni Bruciati è un escursione grandiosa. Certamente non si raggiunge alcuna vetta, ma, attraversando i passi, si costeggia continuamente il gruppo montuoso dei Corni Bruciati, satellite del Monte Disgrazia. L’ambiente è indiscutibilmente spettacolare per i panorami, ma anche per gli incredibili colori delle rocce. Non passa inosservata la bucolica piana dell’Alpe Airale, dove si colloca il Rifugio Bosio circondato dalle anse del torrente, larici e isolati massi rocciosi.

Iscrizioni solo in sede

Numero massimo partecipanti 18

Allegato – PDF

Una Sarca di ghiaccio – 13/14 luglio 2019

Sabato 13 e domenica 14 luglio 2019 escursione (in)formativa “UNA SARCA DI GHIACCIO”

La sezione SAT di Rovereto propone a tutti coloro che voglio approfondire la conoscenza dell’ambiente montato questa escursione culturale, organizzata e ideata dalla Commissione Tutela Ambiente Montano (TAM) della Società degli Alpinisti Tridentini in collaborazione con Comitato Glaciologico SAT, ed il PNAB (Parco Naturale Adamello Brenta).

UNA SARCA DI GHIAGGIO /  Sarca: ghiaccio – acqua – energia: rientra nel progetto BiodiversiTAM 2019 organizzato e coordinato dalla Commissione Tutela Ambiente Montano della Società degli Alpinisti Tridentini.

La biodiversità è il mondo in cui viviamo, l’insieme di organismi e relazioni che permettono la nostra, come ogni altra, esistenza. Mai come oggi la comprensione di temi chiave come conservazione, biodiversità e cambiamenti climatici si è resa necessaria e doverosa da parte di tutta la comunità. In tema ambientale ognuno deve partecipare attivamente alla discussione e giocare il proprio ruolo nelle decisioni politiche e comunitarie.

Il progetto mira a coniugare lo storico impegno di SAT nell’esplorazione e conoscenza dell’ambiente montano con la necessità di promuovere la familiarizzazione di tutta la cittadinanza con tematiche ambientali urgenti. Le uscite proposte permettono quindi ai partecipanti, accompagnati da guide esperte e tecnici del settore, di esplorare il territorio attraverso le sue aree protette, scoprendo di volta in volta diversi aspetti della biodiversità ed il suo legame con i cambiamenti climatici.

Allegato – PDF

Trilogia Alpina – Antropologia terza serata – 14 giugno 2019

Venerdì 14 giugno 2019, terza e ultima serata di Antropologia Alpina, presso la sede SAT di Rovereto, ore 20.30, in Corso Rosmini 53.

Dopo E. Amistadi (Montanari si diventa) e A. Membretti (Per scelta, per forza), Christian Arnoldi, con TRISTI MONTAGNE, destruttura l’immagine mitica della montagna felice, affronta i malesseri esistenziali dell’arco alpino e i doppi valori: della montagna e della pianura. Una lucida e precisa analisi del vivere tra i monti.

La montagna non deve essere considerata solo pittoresca ma si deve essere fornita di servizi. Se si vuole una montagna abitata questo implica dei costi ma chiudere le scuole o accorpare i Comuni non sono probabilmente la soluzione migliore. I servizi dovrebbero essere anche culturali, con cinema, teatri aperti e non chiusi.

“Arnoldi queste cose le sa molto bene e da montanaro del XXI secolo con questo suo scritto, e con il notevole costrutto intellettuale e documentario che lo sottende, rivendica alla sua montagna, al di là di tante inutili retoriche e di tante fandonie, il diritto di essere normale”

Giovanni Kezich

Interverranno Duccio Canestrini antropologo e Luana Di Gregorio psichiatra.

Allegato – PDF

Le stelle del Pasubio – La notte nel rifugio e la cura dei sentieri – 15/16 giugno 2019

Alpinismo Giovanile / In montagna con le famiglie

Sabato 15 e domenica 16 giugno 2019 il gruppo Alpinismo Giovanile – in montagna con le famiglie, propone una lunga passeggiata sulle propaggini nord del massiccio del Pasubio alla ricerca delle emozioni del camminare sotto le stelle e provare l’ebrezza di ripristinare la segnaletica con esperti per la manutenzione sentieri.

Allegato – PDF