Sezione CAI - SAT di Rovereto
Attività della Sezione del 2018
Gruppi
Rifugi e Bivacchi
Archivio escursioni ed attivit
Archivio Generale
116 Congresso SAT 2010
Home Rifugi e Bivacchi Bivacco Mario Rigatti

Bivacco Mario Rigatti

  • Immagini

Storia e ambiente
La Forcella Grande del Latemar, aperta tra lo Schenon e la Torre Cristomannos, ospita su un esiguo ripiano erboso il Bivacco Rigatti. Per la centralit del luogo e vicinanza alle pareti, il bivacco serve soprattutto a quanti compiono la traversata del Latemar per le creste, ma utile anche per spezzare il tragitto della via attrezzata dei Campanili.
Installato dalla Fondazione Antonio Berti in collaborazione con la SAT di ROVERETO e le Fiamme Gialle di Predazzo, venne dedicato a Mario Rigatti, pilota della 2^ Guerra Mondiale e Presidente della Sezione SAT di ROVERETO per alcuni anni. Costruito nel 1972, venne inaugurato il 3 settembre dello stesso anno.   

                                                                                                                              Vedi Foto dell'inaugurazione con il Presidente del CAI  Sen. Giovanni SPAGOLLI

Il bivacco comprende:
9 posti letto
acqua bivacco: si
Gruppo: Latemar
Localizzazione: Forcella Grande del Latemar
Quota: m/s l.m. 2.650

Guide e carte consigliate:
Guidfa alpinistica:
Gross, Aldo-Colli, Dante, Latemar Oclini Altopiano, Bologna, Tamari, 1979 (Itinerari Alpini; 45).

Guida escursionistica:

Visentini, Luca, Latemar: guida escursionistica, Bolzano, Athesia, 1985.

Cartografia:

  • Valle di Fassa e Dolomiti Fassane, Feletto (UD), Tabacco, (199-?),Scala 1:25000 (Carta topografica per escursionisti; 06)
  • Carte Compass in Scala 1.25000 n. 629 "Catinaccio - Latemar", n. 630 "Regglberg - Latemar - Val d'Ega" e n. 686 "Val di Fassa - Marmolada - Gruppo di Sella".
Accessi:
  • dal Passo di Costalunga m. 1.745 per Forcella Piccola del Latemar m. 2.526, Cornon m. 2.791, e Schenon segnavia 18 - passaggi su roccia di 1 grado -per escursionisti preparati - ore 4,00
  • dal bivacco Latemar A. Sieff m. 2.365 per la forcella dei campanili, segnavia 516 e 18 - ore 1,15.
Traversate:
  • dal rifugio Torre di Pisa m. 2.671 segnavia 18 e 516 - ore 2,00
  • al rifugio Torre di Pisa, per il sentiero attrezzato Campanili del Latemar, segnavia 511 e 516 - itinerario alpinistico, suggestivo - ore 3,45.
Ascensioni:
  • Schenon m. 2.800 - roccette con passaggi di 1grado - ore 0,40
  • Torre Cristomannos m. 2.800 - difficolt di 1 grado - ore 0,45
  • Cimon del Latemar m. 2.846 - roccette di 1 grado - ore 1,00