Sezione CAI - SAT di Rovereto
Attività della Sezione del 2017
Gruppi
Rifugi e Bivacchi
Archivio escursioni ed attività
Archivio Generale
116° Congresso SAT 2010
Incontri culturali
Home Rifugi e Bivacchi Bivacco Mario Rigatti

Bivacco Mario Rigatti

  • Immagini

Storia e ambiente
La Forcella Grande del Latemar, aperta tra lo Schenon e la Torre Cristomannos, ospita su un esiguo ripiano erboso il Bivacco Rigatti. Per la centralità del luogo e vicinanza alle pareti, il bivacco serve soprattutto a quanti compiono la traversata del Latemar per le creste, ma è utile anche per spezzare il tragitto della via attrezzata dei Campanili.
Installato dalla Fondazione Antonio Berti in collaborazione con la SAT di ROVERETO e le Fiamme Gialle di Predazzo, venne dedicato a Mario Rigatti, pilota della 2^ Guerra Mondiale e Presidente della Sezione SAT di ROVERETO per alcuni anni. Costruito nel 1972, venne inaugurato il 3 settembre dello stesso anno.   

                                                                                                                              Vedi Foto dell'inaugurazione con il Presidente del CAI  Sen. Giovanni SPAGOLLI

Il bivacco comprende:
9 posti letto
acqua bivacco: si
Gruppo: Latemar
Localizzazione: Forcella Grande del Latemar
Quota: m/s l.m. 2.650

Guide e carte consigliate:
Guidfa alpinistica:
Gross, Aldo-Colli, Dante, Latemar Oclini Altopiano, Bologna, Tamari, 1979 (Itinerari Alpini; 45).

Guida escursionistica:

Visentini, Luca, Latemar: guida escursionistica, Bolzano, Athesia, 1985.

Cartografia:

  • Valle di Fassa e Dolomiti Fassane, Feletto (UD), Tabacco, (199-?),Scala 1:25000 (Carta topografica per escursionisti; 06)
  • Carte Compass in Scala 1.25000 n. 629 "Catinaccio - Latemar", n. 630 "Regglberg - Latemar - Val d'Ega" e n. 686 "Val di Fassa - Marmolada - Gruppo di Sella".
Accessi:
  • dal Passo di Costalunga m. 1.745 per Forcella Piccola del Latemar m. 2.526, Cornon m. 2.791, e Schenon segnavia 18 - passaggi su roccia di 1° grado -per escursionisti preparati - ore 4,00
  • dal bivacco Latemar A. Sieff m. 2.365 per la forcella dei campanili, segnavia 516 e 18 - ore 1,15.
Traversate:
  • dal rifugio Torre di Pisa m. 2.671 segnavia 18 e 516 - ore 2,00
  • al rifugio Torre di Pisa, per il sentiero attrezzato Campanili del Latemar, segnavia 511 e 516 - itinerario alpinistico, suggestivo - ore 3,45.
Ascensioni:
  • Schenon m. 2.800 - roccette con passaggi di 1°grado - ore 0,40
  • Torre Cristomannos m. 2.800 - difficoltà di 1° grado - ore 0,45
  • Cimon del Latemar m. 2.846 - roccette di 1° grado - ore 1,00